x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
logoToBeVerona facebookToBeVerona twitterToBeVerona instagramToBeVerona youtubeToBeVerona
IT
EN
forumToBeVerona
Blog
31/01/2017

Olio di oliva e territorio veronese: una storia di successo

A Torri del Benaco, in occasione del 20° Palio dell’olio extra vergine di oliva organizzato da AIPO (Associazione Interregionale Produttori Olivicoli), i produttori veneti hanno confermano la crescita qualitativa della produzione di olio. Nella sezione Veneto, suddivisa in quattro categorie, sono ben 8 su 12 i produttori veronesi premiati, mentre nella classifica nazionale 2.
 
La coltivazione dell’olivo in Veneto e in particolare nel territorio veronese può essere fatta risalire addirittura ai coloni romani e se ne trovano notizie anche per tutto il Medioevo. Storici e letterati, fin dal ‘500, hanno descritto il loro incanto di fronte ai paesaggi degli oliveti veronesi.
 
Secondo dati resi disponibili dalla Regione Veneto, tra il 2000 ed il 2010 l’area riservata agli olivi è aumentata di quasi il 40%, stabilizzandosi intorno ai 5 mila ettari nei due anni successivi. La provincia che più di tutte si dedica alla coltivazione dell’ulivo è quella di Verona.
 
L’olio di oliva può sicuramente inserirsi tra i prodotti alimentari di qualità che rendono famoso il Made in Italy anche all’estero, non solo grazie alle sue caratteristiche organolettiche ma anche per il valore paesaggistico degli ulivi che costituiscono un elemento tipico del territorio.
 
L’olio extravergine “Tenuta Sant’Apollonia da Agricoltura Biologica” prodotto nella campagna della Valpantena, è stato incluso nella nuova guida internazionale Flos Olei 2017, a cura di Marco Oreggia e Laura Marinelli che hanno selezionato i migliori extra vergine del mondo, prodotti nell’annata 2015/2016: un’ulteriore prova del ruolo importante di Verona in questo contesto.
 
In quest’ottica, Enolitech (Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, l’Enologia e delle Tecnologie Olivicole ed Olearie), è l’unica fiera specializzata nel panorama internazionale e rappresenta fin dal 1998 un importante punto di riferimento per le aziende produttrici e per tutti gli operatori della filiera oleicola.
 
Veronafiere ha comunicato che è già “Boom di iscrizioni” per Enolitech: un +20% di richieste di partecipazione da parte di aziende italiane ed estere. Il padiglione dedicato alla manifestazione parallela a Vinitaly crescerà del 10% alla prossima edizione, raggiungendo quasi i 9.000 metri quadrati di superficie espositiva.
 
 
 
 
Collegati al sito ufficiale di Enolitech per trovare tutte le informazioni (www.enolitech.it) o consulta la classifica integrale del Palio dell’olio extra vergine di oliva cliccando qui.
 
 
 
 
To Be Verona - Lungadige Galtarossa, 21 - 37133 Verona - info@tobeverona.it
To Be Verona รจ un progetto ASSIMP
assimpToBeVerona Project Management
terzomillenniumToBeVerona
Privacy Policy - Credits: Future Smart