logoToBeVerona facebookToBeVerona twitterToBeVerona instagramToBeVerona youtubeToBeVerona
IT
EN
Blog
11/07/2017

Verona portavoce dell’arte: l’eterno conflitto tra anima e corpo nelle opere di Julia Bornefeld

L'Arte ha lo straordinario potere di regalare una visione soggettiva ed oggettiva della situazione storico-politico-culturale nella quale si sta vivendo e che spesso non si riesce a percepire. Quando l’Arte diventa Etica, si concretizza in un forte senso di Responsabilità Sociale con l’obiettivo di migliorare il Mondo. 
A Verona è possibile avvicinarsi a questo spaccato di arte concettuale e profonda; la città scaligera dà voce anche a forme d’arte ed artisti di nicchia. 
 
La Galleria ARTantide.com, sita in Via Messedaglia 7 a Verona, infatti, ospita la mostra personale di Julia Bornefeld, artista di fama internazionale, autrice del Manifesto Etico “Ambivalenze”. 
Protagonista di un’esposizione di carattere concettuale intitolata "Corpo a noleggio”, l’artista tedesca approfondisce il tema dell’importanza dei valori universali rispetto a quelli materiali, riflettendo sul rapporto fra materialismo e spiritualismo, sull’unicità del tempo e sulla provvisorietà della vita.

La mostra sarà visitabile fino al 30 Luglio

Le opere presenti si focalizzano sull’eterno conflitto tra corpo - simbolo di materialità - ed anima, l’emblema della spiritualità. 
Suggestioni intime che regalano un risvolto riflessivo profondo alla quotidianità e alla frenesia di tutti i giorni.  
 
 
L'artista Julia Bornefeld
 
To Be Verona - Via Pancaldo 32, 37138 Verona info@tobeverona.it
To Be Verona è un progetto ASSIMP
assimpToBeVerona Project Management
terzomillenniumToBeVerona
Privacy - Credits: Future Smart